Loading...

Scadenza: 31/10/2015

Proroga deguamento antincendio nelle strutture turistico-alberghiere

Prorogato dal 31 dicembre 2014 al 31 ottobre 2015 il termine per completare l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione degli incendi nelle strutture ricettive turistico-alberghiere:
- con oltre venticinque posti letto;
- esistenti alla data dell’11 maggio 1994 (entrata in vigore del decreto del Ministro dell’Interno del 9 aprile 1994 contenente le regole tecniche in materia, successivamente modificato dal Dm 06 ottobre 2003);
- non a norma con la normativa di sicurezza antincendio;
- che hanno aderito al piano straordinario biennale di adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi
I termini in esame erano già stati prorogati dal decreto-legge 30 dicembre 2013, n. 150, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 15 del 27 febbraio 2014. In attesa dell’aggiornamento delle disposizioni del citato decreto ministeriale, con conseguente semplificazione dei requisiti per le strutture ricettive turistico-alberghiere fino a cinquanta posti letto, la proroga consente di disporre del lasso di tempo utile a consentire alle strutture ricettive turistico-alberghiere di adeguarsi alle misure antincendio sulla base delle nuove regole tecniche semplificate in via di adozione.
La normativa di semplificazione dei procedimenti di prevenzione incendi, classifica le strutture ricettive alberghiere in tre categorie:
A rischio basso, con oltre 25 e non oltre 50 posti letto;
B rischio medio, con oltre 50 e non oltre 100 posti letto;
C rischio elevato, con oltre 100 posti letto.
Dopo l’adeguamento, occorre presentare la Scia antincendio, la quale autorizza lo svolgimento dell’attività alberghiera ai soli fini antincendio al Comando provinciale dei vigili del fuoco che, al fine di accertare il rispetto e la sussistenza delle prescrizioni antincendi, entro i successivi 60 giorni effettua:
a) la verifica a campione o sulla base di programmi settoriali previsti a livello nazionale, nel caso in cui la struttura ricettiva alberghiera ricada nella categoria A o B. A esito positivo il Comando rilascia, su richiesta dell’interessato, il verbale di visita tecnica;
b) il sopralluogo atto al rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi (Cpi), nel caso in cui la struttura ricettiva alberghiera ricada nella categoria C.

Indietro