Loading...

Scadenza: 23/12/2015

Abrogato l'obbligo di tenuta del registro infortuni

Il D.Lgs. 151/2015 "Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità" ha modificato ed integrato anche alcuni articoli del D.Lgs. 81/2008 semplificando alcune procedure amministrative relative alla sicurezza del lavoro.
Tra le modifiche, l'articolo 21 comma 4 del D.Lgs. 151/2015, ha di fatto abrogato l'obbligo di tenuta del registro infortuni a decorrere dal 23 dicembre 2015.
Rimane obbligatoria la denuncia telematica all'INAIL degli infortuni di durata superiore a tre giorni prevista dall’art 53 del D.P.R. 1124/1965, mentre l’obbligo di comunicazione degli infortuni superiori ad un giorno resta legata all'attuazione del Sistema Informativo Nazionale della Prevenzione (SINP) per il quale si è in attesa del Decreto attuativo che lo istituisca.
Pertanto ci si trova, almeno temporaneamente, ad una potenziale perdita di informazioni riguardo gli infortuni con pochissimi giorni di assenza, salvo il mantenimento di diverse procedure aziendali facoltative che comprendano l’analisi di tutti gli infortuni.
L’INAIL, per offrire agli organi preposti all’attività di vigilanza uno strumento alternativo al registro degli infortuni ha implementato un “cruscotto” nel quale gli Ispettori degli Enti di controllo potranno consultare gli infortuni occorsi a partire dal 23 dicembre 2015 ai dipendenti e denunciati dal datore di lavoro.

Indietro